Leading in turbulent time

Blind Landing

la metafora del volo in aliante per apprendere i segreti della leadership in tempi turbolenti

La metafora del volo a vela e la leadership

Volare in aliante significa arrivare per primi in una gara di velocità disponendo di poche risorse. La comprensione del mercato, lo stabilire la strategia, applicare una tattica nel volo a vela si sono attività che si traducono nella comprensione delle condizioni meteo, la scelta di una via e la decisione di come e quando partire. Ogni scelta ha una conseguenza e c’è una bella differenza tra l’istintività e istinto! E’ necessario comprendere che ogni decisione strategica deve essere sostenibile ed efficace: proprio come ogni decisione che su un aliante si deve prendere per arrivare primi alla meta!

Non è l’istinto a permetterti di fare grandi cose ma l’intuitività; quel collegamento tra la razionalità e l’intuito. E’ quello che ti permette di decidere in modo efficace. Leonardo Brigliadori

Competenze apprese in modo indimenticabile

Queste sono le competenze che il volo in aliante è in grado di regalare ai partecipanti di questo corso intenso ed emozionante. Le dimensioni di sviluppo si ritrovano nella capacità di prendere decisioni, di sviluppare le proprie competenze, di comprendere il contesto e gestirlo con leadership e determinazione gestendo la propria emotività rendendola una risorsa e non più un limite.

Volare in aliante significa cercare la turbolenza per ricavarne risorse.

Velocità e capacità di decidere fanno la differenza.

Comprendere i segnali del meteo e usarli per crearsi vantaggi competitivi.

Gli strumenti sono una indicazione per verificare le proprie intuizioni: come nel business.

Le milestone di sviluppo

Pensiero strategico e tattico

Pensiero strategico e di lungo periodo e azioni tattiche coerenti e flessibili
R

Decisioni veloci e controllo

Capacità di decidere in modo intuitivo e verifica delle intuizioni attraverso gli strumenti di controllo

Leadership

Leadership personale, carisma e risultati effettivi. Motivarsi e motivare.

Intelligenza sociale

Capire i contesti nei quali si opera. Lettura dei segnali deboli e capacità sistemica di mettere in relazione i segnali del contesto con le scelte da compiersi.
  • Impatto emotivo 90%
  • Sviluppo comportamenti 80%
  • Apprendimento competenze 75%
  • Difficoltà tecnica 30%
  • Difficoltà fisica 40%
  • Difficoltà di materiali e logistica 10%

Sfide e opportunità

Nell’affrontare un corso esperienziale è bene capire quali sono le implicazioni, le difficoltà e le opportunità che offre. Nel grafico a fianco abbiamo sintetizzato le possibili difficoltà che si incontrano nello scegliere un formato come questo. Per entrare nel merito contattaci e chiedici un supporto: siamo entusiasti di poterti aiutare!

I valori sul modello di riferimento

%

Area personale

Come leggere questi valori. Le percentuali riportate nelle varie aree definiscono il bilanciamento che questa esperienza ha rispetto al modello di leadership utilizzato in Gap. Il legame esistente fra le aree è costante e il bersaglio individuato permette di contestualizzare il beneficio all’interno della propria organizzazione e capire quale esperienza è più appropriata al momento/contesto storico esistente.

%

Area sistemica

%

Area relazionale

%

Area strategica

I trainer

Simone Sistici

Simone Sistici

Simone Sistici

Gap Partner e WAVE Coach

Vuoi lavorare con noi? Chiedici come!

Share this!
Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on StumbleUpon
Caricando...